67.00

Un libro come una bottiglia di vino, custode di tutte le fasi della lavorazione dei diciannove vini autoctoni superstiti del Friuli Venezia Giulia, un tempo ricco di centinaia di vitigni. Il volume è formato dall’acciaio dei tini nei quali il mosto fermenta al sughero dei tappi, dalla carta con le etichette alle descrizioni in 20 lingue (cinese, russo, indi, spagnolo, portoghese, rumeno, serbo, ungherese, polacco, ceco, bulgaro, croato, macedone, turco, francese, inglese, arabo, albanese), braille compreso, fino all’involucro esterno di plastica protettiva, opera del grande artista svizzero John Armleder e all’inchiostro, a base di mosto, che attribuisce alle parole una nobile provenienza di colore, profumo e umore di profonda cantina. Un libro strano che si squaderna, si apre ruotando e rivela i contenuti, che si può tenere chiuso come un vino da collezione o assaporare pagina per pagina, tenendo da parte la pellicola di plastica che protegge la lamina d’acciaio, vero e proprio multiplo d’arte, sulla quale John Armleder ha impresso con un timbro il titolo del libro e la sua firma, rimanda per consistenza e tattilità alla pellicola che riveste l’acino dell’uva contenendone gli umori. Il volume è realizzato in tiratura limitata.

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40