Alberto Desco

Alberto Desco

Alberto Desco, triestino di origine, modenese di adozione dal 1959. Laureato nel 1970 in architettura presso l’Università di Firenze con una tesi sulla riorganizzazione del territorio nel comprensorio delle ceramiche. Felicemente sposato del 1974 con Elisa Bertozzi, è padre di Giovanni, Giuseppe ed Elena e nonno di Gabriele e Matteo. Dal 1976 al 1997 unisce all’attività professionale (costruzioni, restauri, design) quella didattica. Nel 1982, in occasione di indagini storico-ambientali finalizzate alla pianificazione territoriale nell’Appennino modenese, inizia ad occuparsi con vivo interesse del patrimonio di segni e gesti religiosi tradizionali locali, visti nel più ampio contesto dell’unità culturale europea. Dal 1986, nell’ambito del Centro studi Maiestas (del quale è tra i fondatori), partecipa a varie campagne di rilevamento e ricerca sul campo, contribuendo anche all’ideazione, allestimento, diffusione e presentazione di decine di audiovisivi, mostre itineranti e spettacoli multimediali. Nel campo dell’edilizia sacra (maggiore e minore) dirige restauri, progetta nuove costruzioni, fornisce consulenze anche a soggetti istituzionali. Membro attivo del Centro studi per la cultura popolare (organismo policentrico con sedi a Bologna, Milano, Modena, Reggio Emilia, Piacenza e Faenza), è intervenuto a convegni e corsi di aggiornamento, pubblicando saggi in libri e riviste.   Principali opere: 1978        Progetto e direzione della casa di riposo presso il santuario di Puianello. 1984        (saggio) Perché viva la memoria. Segni religiosi nella terra di Costrignano, in: Costrignano nella valle del Dragone. 1987        (saggio) Costruire una chiesa, costruire la Chiesa, in: Saliceto Panaro: una chiesa un popolo una storia. 1990        (libro) Soglie dell’infinito. Segni, simboli, immagini della fede cristiana a Formigine. 1992        Progetto della nuova chiesa parrocchiale di santa Teresa di Gesù bambino a Modena. 1993        (mostra, con Maiestas) Segni di Cristo nel territorio. La realtà ricondotta al suo centro. 1994        (libro e mostra) Passando diranno Ave Maria. Segni, immagini, simboli sacri a Campogalliano. 1997        (mostra con Centro studi) Salva nos Geminiane. Una presenza lunga sedici secoli (con catalogo). 2000        Allestimento del museo del Duomo a Modena. 2000        (mostra, con Centro studi) In Domum tuam. Il Duomo le strade i pellegrini (con catalogo). 2002        (libro) Segni sacri a Modena. Censimento dei monogrammi cristologici e mariani in centro storico. 2002        (mostra, con Maiestas) Il Duomo di Modena. La storia il senso la vita (con catalogo). 2003        Grafica e allestimento di tre mostre per i centenari nonantolani (Nonantola, Europa; Isti sunt libri; Dal gregge al codice) (con cataloghi). 2004        (libro, con Elisa Bertozzi) Immagini sacre a Modena. Censimento storia significato delle immagini di Gesù di Maria e dei santi nelle vie del centro storico. 2004        (libro) Il cielo in terra. Le tavolette dipinte del santuario della Sassola. 2008        Progetto e direzione del restauro del portale e balcone nel palazzo arcivescovile a Modena. 2009        Progetto e direzione del restauro della meridiana nel palazzo arcivescovile a Modena.  

Volumi pubblicati