Questo libro è stato un lungo viaggio che ho fatto assieme a Bruno e all’Antonietta, i miei genitori. Erano di fianco a me e sorridevamo insieme quando c’era una storia da ridere e mi commuovevo assieme a loro quando c’erano righe tristi.

Ho iniziato a scriverlo che uno se n’era già andato e l’altro si apprestava a seguirlo. Erano tanti ricordi che loro raccontavano a volte con nostalgia, ma sempre con piacere.  A me piaceva ascoltare, in particolare il papà che aveva del narratore antico… un cantastorie da strada o da stalle nelle notti d’inverno. Ho pensato che, forse, anche a qualcun altro sarebbero piaciute queste storie di un tempo passato.

Poche case, una chiesa, una torre: piccole vestigia di un universo di storie, parole, persone che come luci hanno tracciato la via e popolano ancora le verdi colline di Torre Maina con la consistenza del ricordo. In questi racconti, semplici e autentici, rivive un mondo contadino dagli affetti intensi e dai costumi frugali, genuino nel riso come nel pianto, rispettoso della natura e delle sue leggi eterne, permeato di una religiosità profonda e confidente. Rivive la storia degli avi, delle due ultime guerre mondiali, delle grandi avventure che hanno travolto anche la povera gente. Nel senso del tempo che scorre, e che inesorabilmente trascina con sé cose e persone, si eleva nitido un senso di permanenza: l’anima di un luogo, che continua a fiorire e ad arricchirsi di nuove storie.

Svuota
ANDÈR A VAGG – Racconti e personaggi di Torre Maina

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×14

Pagine

160

Data di Pubblicazione

13/11/2020

Peso

280 gr

ISBN

9788864627946

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

 

7 recensioni per ANDÈR A VAGG – Racconti e personaggi di Torre Maina

  1. Giulia

    Un libro che profuma di campagna, di tradizioni, di famiglia, di malinconia per il passato, tutto accompagnato dalle parole dell’autore e dalle testimonianze fotografiche della campagna modenese, soprattutto della zona di Torre Maina. Molto consigliato per chi vuole tuffarsi nel passato di questa terra

  2. Virginia

    Piccolo volume che parla di origini, di tradizioni, di ricordi personali legati al passato. Le illustrazioni all’interno del libro, rendono la lettura ancora più piacevole. Lo consiglio a tutti, grandi e piccini, nessuno escluso.

  3. Luca

    Un libro che ti fa sentire a casa, ovunque tu sia. Personalmente ho apprezzato molto l’uso ricorrente di espressioni in dialetto: lo caratterizzano e lo rendono ancora più genuino e sincero. Come valore aggiunto, illustrazioni e copertina sono molto belle! Lo consiglio.

  4. Federica

    Un libro ‘vero’, senza fronzoli ma incredibilmente intriso di poesia. Una lettura che scorre bene e fa riaffiorare ricordi e racconti di chi ha vissuto in questa terra, in queste zone…dove si parlava solo il dialetto e la vita di uno era così drammaticamente e gogliardicamente simile a quella di moltissimi altri. Una narrazione onesta, anche su temi delicati come il ruolo assolutamente discutibile e molto poco eroico dei partigiani di queste zone…narrazione assolutamente allineata con le storia che chi è cresciuto qui non può che riconoscere come vera e indiscutibile.

  5. Sara

    Un figlio che racconta la storia dei suoi genitori e di tutti coloro che li hanno accompagnati durante il loro viaggio: un racconto vero, a tratti malinconico, intriso di ricordi, memorie, tradizioni e di una fetta importante di storia.
    Genuino e onesto, davvero emozionante!

  6. Margherita

    Attraverso gli occhi amorevoli di un figlio si apre una narrazione sulla tradizione e sul forte legame con la famiglia. Ricordi di un passato tramandato grazie all’arte del fabulare, che restano indelebili e autentici. Un libro in grado di farti sentire a casa anche quando sei a chilometri di distanza.

  7. Martina

    In un’epoca come la nostra in cui tutto diventa obsoleto in un battito di ciglia leggere questo libro fa bene all’anima. Essendo cresciuta in un piccolo paese, Bertani ha fatto rivivere in me le storie e gli aneddoti che sentivo da bambina, mi ha ricordato quanto le mie radici siano importanti e quanto siano parte di me. È stata una lettura davvero piacevole e a tratti anche divertente, la consiglio a tutti.

Aggiungi una recensione

Rassegna Stampa

Gazzetta 13 Gennaio 2021
Gazzetta 14 Aprile 2021