Un prezioso volume raccoglie, a meno di un anno dalla sua scomparsa, i più importanti scritti pastorali di Mons. Antonio Lanfranchi, Arcivescovo-abate di Modena-Nonantola dal 2010 al 2015. Pagine dense di storia e di fede, che sono al tempo stesso interessante documento e utile strumento per rileggere e rivivere l’esperienza di una comunità a partire dagli insegnamenti e dal quotidiano impegno del suo pastore.

“Per presentare gli scritti di Mons. Antonio Lanfranchi, ora riuniti in un unico volume a uso dei fedeli, del clero e di quanti vorranno ripercorrere la sua esperienza pastorale, non vi sono probabilmente parole migliori che quelle riservate dal Concilio Vaticano II al ministero episcopale: “Tra i principali doveri dei vescovi – insegnano i padri – eccelle la predicazione del Vangelo. I vescovi […] predicano al popolo loro affidato la fede da credere e da applicare nella pratica della vita, la illustrano alla luce dello Spirito Santo […], la fanno fruttificare e vegliano per tenere lontano dal loro gregge gli errori che lo minacciano” (Lumen Gentium, n. 25) … Le riflessioni e gli scritti di Mons. Lanfranchi restano attuali e preziosi. Siamo certi che consentiranno a chi non lo ha conosciuto di scoprire la sensibilità della sua figura, e a chi ha avuto la gioia di averlo come pastore di trovare nuovo slancio per vivere il Vangelo e portarlo nel cuore del mondo”.
(Dalla presentazione di Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo-abate di Modena-Nonantola)

“La mia vita ha un senso, e questo non è un’idea. È una persona, il figlio di Dio vivente”.
(Mons. Antonio Lanfranchi)

Svuota
Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia