“FRAMMENTI” è una raccolta di racconti autobiografici e di testimonianze accumulate dall’autore negli anni e durante numerosi viaggi. Pur non seguendo un ordine cronologico, l’insieme di storie si presenta come un vero e proprio “diario” di vita, fatto di incontri, di ricordi (anche collettivi), di episodi spiacevoli o addirittura tragici, di aneddoti comici, ma soprattutto di riflessioni e rivelazioni personali. Questo libro è una sorta di “regalo” che l’autore vuole fare a chiunque vorrà leggerlo, mettendo nero su bianco la realtà che ha incontrato, sperando possa essere utile e significativa anche per altri. E di certo non lasceranno indifferenti gli episodi e i temi trattati: testimonianze di sopravvissuti a tragedie umane, di chi è fuggito dalla «cattiva sorte» e di chi l’ha subita, di malcostume lento a venir meno, di credenze e tradizioni di una volta, di costumi e culture differenti, di ricordi d’infanzia che strappano un sorriso, ma soprattutto una sincera e spontanea confessione intima dell’autore che indaga le proprie fragilità, le proprie scelte e la propria risolutezza.  Un libro che spinge il lettore a riflettere, a scoprire l’orgoglio della solitudine e il fascino del Silenzio, ad entrare in empatia con i “protagonisti occasionali” delle vicende della vita e ad andare oltre la superficie.

Svuota
FRAMMENTI – racconti di vita

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

16.5×12

Pagine

264

Peso

280 gr

Data di Pubblicazione

2020

ISBN

9788864627557

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

1 recensione per FRAMMENTI – racconti di vita

  1. Gaia Ierace

    Nel leggere la raccolta di racconti di Eugenio Sponzilli , “Frammenti. Racconti e testimonianze”, mi ha colpito la gestione delle coordinate temporali e spaziali, che non solo fanno da cornice alle storie ma sembrano scandire una dimensione tutta personale: quella dell’anima.
    Il lettore é inizialmente un po’ spiazzato perché non si segue un ordine cronologico e anche per uno spazio che slitta continuamente dall’Italia all’Australia, dal deserto del Sahara alle più familiari Dolomiti.
    Questo slancio verso l’altrove, superando il qui e ora, si sposa in modo armonioso con il tempo dell’anima, analogico e imprevedibile, ma anche con i luoghi frammentati del cuore, tanto cari agli scrittori modernisti.
    Forse é il frammento, la cifra che ci accompagna nel nostro viaggio di lettori. Il fascino di leggere tra le righe per gustare istantanee di vita, ricche di riflessioni, fotografate con lucidità e sana ironia.
    Storie di vita che si incrociano anche per caso e ci restituiscono il senso del nostro incedere quotidiano, ma anche la ratio del più lungo cammino della nostra esistenza. Per rispondere alla domanda che si pone l’autore nella Premessa di “Frammenti” – “Chi mai può essere interessato alla lettura di queste Testimonianze?” – da lettrice risponderei che spiriti curiosi, viaggiatori, paladini della giustizia, menti pensanti e italiani che hanno a cuore il loro Paese, tutte queste persone troveranno qualche spunto nella lettura di “Frammenti”.

Aggiungi una recensione