5.00 di 5 calcolato sulla valutazione di 1 utente
(1 recensione )

12.00

Dopo Il cerchio, questo secondo lungo racconto (o breve romanzo) si colloca in un nuovo filone di ricerca e segna un definitivo abbandono della tematica legata al mondo dei Tarocchi.

“In un’isola sperduta due piccole comunità, gli Idealisti e gli Opportunisti, vivono in villaggi separati. Nelle giornate particolarmente terse e luminose, s’intravede al di là del mare, sull’orizzonte, il tenue profilo di terre lontane. Dallo scoglio in riva al mare, Aedo guarda a quel mondo lontano con gli occhi dell’immaginazione e del sogno e cresce in lui il desiderio di raggiungerlo”. Sono ancora i colori opalescenti e le atmosfere del sogno a rivestire, in un abbraccio sempre più intimo e introspettivo, le suggestioni primigenie dell’inconscio. “Come sospesa nel cielo, una candida luna piena andava spargendo sul tratto di mare antistante la piccola insenatura, una miriade di cristalli di luce. Il breve orizzonte visibile da quel punto era appena segnato da una sottile striscia d’argento e su questa s’intravedeva il basso profilo di una terra lontana”.

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40