Interesse, Odio, Ansia. Sono questi i sentimenti che albergano a Modena nel 1860, dopo che i plebisciti hanno consegnato la città al nuovo Regno d’Italia e che il governo provvisorio di Luigi Carlo Farini ha emarginato gli intellettuali fedeli al Duca in esilio. In questo clima i modenesi attendono il 4 maggio, data fatidica quando Vittorio Emanuele II giungerà in città, in treno, per visitare i suoi nuovi sudditi. Mentre fremono i preparativi per la visita del Re nella notte tra domenica 22 e lunedì 23 aprile la Guardia Nazionale rinviene un cadavere nella piazza antistante il Palazzo Ducale. La  vittima, un patriota, è adagiato come in croce, con cucito in bocca un ritaglio di giornale. Un rituale inquietante che spinge le autorità modenesi a chiedere aiuto a Torino: il Re sta arrivando, la città è in subbuglio e si teme per la sicurezza del sovrano. Il Governo manda così in città Urbano Platini che, fingendosi un giornalista, dovrà indagare sull’omicidio e sulla fedeltà della città alla Causa. Durante la sua indagine Urbano conoscerà diversi personaggi, uno spaccato di una città ancora lacerata dagli eventi. Leggi tutto

 

 

Svuota
IL GRIDO DELLA VERITA’

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×14,5

Peso

440 gr

Anno

2015

ISBN

9788864623160

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

 

17 recensioni per IL GRIDO DELLA VERITA’

  1. Erica

    Un thriller ambientato nella Modena ottocentesca, della quale vengono descritte nel dettaglio storico le caratteristiche. Non manca però l’immaginazione dell’autore il quale affianca personaggi reali a personaggi di fantasia. La tensione crea un ritmo coinvolgente che stimola la lettura del libro.

  2. Gabriele Boschetti

    L’intera storia è presentata in modo avvincente e coinvolgente: si tratta di una vicenda di assassinii, terrore e insicurezza che anima i cittadini modenesi nei giorni che appena precedono l’arrivo del re della neonata Italia. Seguono presto altri omicidi, eppure non si sa chi ne sia il fautore, ne quale sia il suo scopo. In questo l’autore riprende alcuni dei reali avvenimenti dell’epoca, così come molti personaggi, inserendone, però, di nuovi in modo da fondere fantasia e realtà.
    Posso dire che Gabriele Sorrentino ha attirato la mia attenzione ed attendo di poter leggere le pagine del suo prossimo romanzo “MVTINA”.

  3. Giorgia

    Un giallo accattivante ambientato in una Modena di fine ‘800, personaggi interessanti e sfaccettati e una trama che lascia il lettore costantemente col fiato sospeso.

  4. Morena

    Bella la ricostruzione storica che fa da sfondo al romanzo, e intrigante la storia. Sono curiosa di leggerlo!

  5. Gabriella

    Sono molto curiosa di leggere questo libro, vedendo la copertina ha attirato già da subito la mia attenzione.

  6. Giulia

    Storia molto intrigante e appassionanante, sono curiosa di leggerlo e conoscere i vari personaggi che Urbano incontrerà durante la sua indagine.

  7. Livio

    Nel nuovo romanzo di Gabriele Sorrentino il detective Urbano avrà a che fare con una serie di omicidi avvenuti di fronte all’accademia. Intrigante e pieno di suspance, questo giallo vale la pena di essere letto.

  8. Fausta

    Cela una Modena sotterranea, quella che si nasconde dietro le belle ed eleganti facciate degli antichi palazzi del centro storico modenese. Da leggere!

  9. Giovanni

    Fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina, un giallo ben costruito e descritto nei minimi particolari

  10. Caludia

    Davvero una piacevole lettura! Non volevo mai smettere di leggere! E’ bello riconoscere i posti in cui accadono le vicende dei personaggi e immaginare come si viveva nell’Ottocento.

  11. emilio zanfagni

    veramente un bel libro,carico di tensione e suspance. é stato bello andare a cercare i luoghi descritti, di persona, visto che abito qui a Modena

  12. Ornella

    Complimenti all’autore per averci regalato un ottimo romanzo!!

  13. Patrizia Ori

    Questo libro mi è piaciuto veramente tanto, di fatto un “gioiellino”. Riuscire ad incastonare una storia molto avvincente dentro un quadro storico fedele non è cosa da poco. Il rischio è sempre quello di non amalgamare mai fino in fondo le due cose o di rendere il romanzo pesante. Leggendo questo libro ho imparato in modo “leggero” tante di cose sulla nostra città e su un periodo storico che solitamente si studia a carattere nazionale. Libro anche da regalare agli amanti del genere giallo o di quello storico o di tutti e due come me.

  14. Roberta Gavioli

    Ho letto il libro in 3 giorni! Ho apprezzato molto l’ambientazione modenese, inserendo una trama variegata e ricca di suspance…una bella rinfrescata storica di Modena nel Risorgimento in cui si alternano storia e fantasia. Complimenti all’autore!

  15. Laura

    libro bellissimo in cui vediamo la nostra città (Modena) all’epoca del Risorgimento..una delle epoche più avvolte nel mistero, negli intrighi e nei tradimenti..elementi che non mancano in questo appassionante romanzo adatto sia per gli amanti dei romanzi gialli che per gli amanti della storia, come me;)
    Molto bello

  16. Mauro

    Molto bello per chi ama la storia di Modena come me, ma anche per mia moglie, una cameriera. Scritto bene e davvero realistico.
    Ottimo lavoro.
    Mauro

  17. Federico

    Un giallo ambientato a Modena che per noi modenesi è una grande scoperta, libro molto accattivante e ben fatto, narrato in maniera molto semplice, pieno di dettagli storici realmente accaduti che caratterizzano la nostra città.

Aggiungi una recensione

Galleria video

Rassegna stampa

Leggi la recensione di Cosetta Cavazza

Leggi la recensione di Daniela Ori

Leggi la recensione di Manuela Fiorini