“Avevamo dimenticato che a fare la guerra sono i ragazzini” (Kurt Vonnegut, Mattatoio n. 5)

La Casa del Bersagliere è una storia di guerra, e prima ancora è una storia di infanzia e di paese. A Roteglia, piccolo borgo sulle colline reggiane, i duri ritmi del lavoro nei campi scandiscono le giornate dei contadini e delle loro famiglie. Una piccola comunità dove la pancia è spesso vuota, ma la mano del vicino è sempre tesa per allungare un pezzo di pane. Quando arriva la guerra, gli animi si induriscono ma non si perdono. I bambini restano bambini, anche se guardano le bombe cadere mentre stanno sdraiati in un fosso. Le donne restano donne, e mettono al mondo i figli nelle notti senza luna, lontano dalle loro case bruciate. Gli uomini restano uomini, chi combattendo in montagna, chi rischiando silenziosamente la vita per salvarla ad altri. E anche il paese rimane il paese: un luogo dove le case, i ponti e gli alberi hanno un nome, un rifugio dove ritrovare, finalmente, la pace.

 

Svuota
La casa del bersagliere, Leonardo Maffei, Modena
LA CASA DEL BERSAGLIERE

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×15

Pagine

72

Peso

180 gr

Data di Pubblicazione

2014

ISBN

9788864622248

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

 

 

6 recensioni per LA CASA DEL BERSAGLIERE

  1. Alessio Comeri

    Molto si è sentito dire sugli eventi del 39-45, ma questi aneddoti, che raccontano direttamente delle realtà dell’epoca, credo diano la più verosimile testimonianza sulle paure, forze e routine della popolazione, senza l’intromissione di vaghe informazioni sulla generale situazione stato per stato.
    Questo diverso punto di vista rimuove l’impressione di eccessivo storicismo, a favore dell’immedesimazione in uomini, donne e bambini che furono coinvolti in prima persona.

  2. Cristina

    Una storia vera, vissuta, superata e ricordata in questo racconto. Parole che possono appartenere a quelle di nostro nonno. Un’esperienza di guerra comune a tanti e ricordata da pochi.

  3. Serena

    Una storia toccante. La voce di un nonno che riporta alla mente ricordi dolorosi che fanno parte di molti uomini italiani. Un libro che si legge tutto di un fiato perchè pagina dopo pagina ti costringe ad andare avanti e conoscere quello che è accaduto al protagonista.

  4. Francesca

    La casa del bersagliere, un bellissimo racconto commovente, sotto forma di diario che narra le vicende del protagonista e la difficile infanzia. Una storia appassionante, ricca di profondi significati.

  5. Enrico

    E’un racconto commovente che mi ricorda i racconti di mio nonno e di tutti i nonni d’Italia. I fatti sono narrati in modo molto personale che parla delle paure e delle vite di tanti italiani sconvolti dalla guerra.

  6. Giuseppe

    Racconti di una città sotto assedio, impaurita ma che non perde la sua anima, narrazione in prima persona che rende questo libro ancora più emozionante, racconti che tutti dovremmo sentire o leggere almeno una volta, bellissimo libro!

Aggiungi una recensione

Galleria video