John Carry è un raccoglitore di cotone che insieme a tanti altri disperati vive nella California degli anni ’30, nel pieno della crisi economica più feroce che abbia mai colpito gli Stati Uniti. Un uomo buono, un gigante di colore abituato a vivere da sempre negli spazi aperti della campagna, che un mattino di settembre viene trovato accanto al corpo esanime del signor Tramp, proprietario della fattoria presso cui lavora. I sospetti ricadono inevitabilmente su di lui, che viene arrestato e rinchiuso nel braccio della morte in attesa del processo.

Ma cosa si cela davvero dietro alla morte del signor Tramp? Una catena di violenze, delitti e colpi di scena disegnerà il difficile percorso verso la verità.

Una storia dalle tinte forti, sostenuta da una ferma intenzione di denuncia del pregiudizio razziale e della discriminazione dell’omosessualità, temi centrali e fondanti dell’intero romanzo.

 

Quando leggiamo un romanzo che ci piace capita spesso di ripensarci perché quel libro continua a vivere in noi. Può averci colpito una frase, il tema affrontato, la scrittura o ancora altro. La cosa certa è che non lo dimenticheremo mai.
“Le lacrime del silenzio”, romanzo d’esordio di Orlando Ionata è uno di quei libri. I temi affrontati sono molto delicati: la pena di morte, l’omosessualità, il ritardo cognitivo e il bullismo. Il discorso della pena di morte è centrale in tutto il romanzo e il lettore non può che essere portato a riflettere e approfondire il tema. Il protagonista, John è un uomo di colore che vive nella California degli anni 30 segnata da una grave crisi economica e dalla segregazione razziale. Quando viene ritrovato accanto al cadavere del signor Tramp, proprietario della fattoria presso cui lavora, viene subito accusato. Vittima del pregiudizio, la sua unica colpa è quella di essere un uomo di colore affetto da ritardo cognitivo. L’autore ci trasporta all’interno di un carcere in prossimità del braccio della morte. Orrore, indignazione e inquietudine sono alcune delle sensazioni che si provano sfogliando il libro pagina dopo pagina. Ho apprezzato molto la costruzione psicologica di tutti personaggi. All’interno del penitenziario non mancheranno alcune amicizie e il lettore conoscerà diversi personaggi con tante storie alle spalle. 
La scrittura fluida e corretta rende le ore di immersione nel libro leggere ed accattivanti.                                              

(Dalla recensione di Miriam Salladini)

 

Per leggere l’articolo su Termolionline.it clicca QUI

Svuota
LE LACRIME DEL SILENZIO

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×14,5

Pagine

200

Anno

2019

ISBN

9788864626833

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

1 recensione per LE LACRIME DEL SILENZIO

  1. Giorgia

    Libro davvero emozionante, con una storia forte.
    Consigliato!!!

Aggiungi una recensione