15.00

“Gli afrodisiaci non vanno confusi né con filtri d’amore né con alimenti eccitanti e corroboranti. Sono elettuari, pillole e unguenti di origine vegetale e animale. I medici greci suggerivano rimedi blandi e naturali; lo stesso Ovidio, nell’Ars amatoria, respinge gli afrodisiaci pesanti. Occorre dunque distinguere, oggi come in passato, tra sostanze afrodisiache e cibi dalle virtù afrodisiache: le prime rientrano nella farmacologia, i secondi appartengono alla dietetica. Niente polverine magiche o altri strani prodotti: elementi gastronomici invece, necessari a una dieta erotizzante, che si comprano nei migliori negozi a un passo da casa. Ingredienti ricchi, e costosi, che sono al centro della preparazione al corteggiamento gastronomico: dal tartufo all’astice, dalle ostriche alle cappesante, caviale, salmone, fegato d’oca e pernice, il tutto proposto, come si conviene per chi intende colpire la fantasia oltre che deliziare il palato, con grandissimi vini, rari e pregiati, capaci di regalare straordinarie emozioni. Potrebbero essere cento, mille, un milione le ricette della seduzione. Ognuna di queste ricette è una scommessa a due… Mangiare bene, e bere ancora meglio, prepara alla comparsa di una comunicatività che non va sprecata. È con questa filosofia che propongo queste ricette per due, come un pretesto, un piacevole intervallo, in attesa di una nuova situazione liberatoria”. (Gianfranco Bolognesi)

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia