In questa monumentale e inedita ricerca l’autrice, dopo una parte iniziale dedicata allo studio delle vicende storiche relative allo scriptorium ed alla biblioteca dell’Abbazia benedettina di Nonantola, illustra gli 85 codici ritrovati legati al monastero nonantolano ed oggi conservati, oltre ai tre ancora nell’Archivio Abbaziale di Nonantola, a Modena, Bologna, Roma, Londra, Ginevra, Parigi, Bamberga e in altre località. L’interpretazione dei manoscritti, già noti nei diversi ambiti specialistici, spesso utilizzati nelle edizioni dei Padri della Chiesa e degli esegeti medievali, quindi sostanzialmente citati, ma mai studiati in modo completo e organico né unitario, ha permesso di ricostruire la storia culturale dell’abbazia di Nonantola dalla fondazione al XII secolo. Ogni singola scheda, così come i testi di commento e di sintesi, si sono estesi ben oltre il taglio storico-artistico per affrontare doviziosamente gli aspetti codicologici, paleografici, contenutistici, liturgici e storici. Ne è risultato un lavoro estremamente ricco e complesso, che presenta in modo completo e con estremo rigore lo status quaestionis su ogni manoscritto, sempre inserito da un lato nella cultura dell’abbazia, dall’altro valutato nell’ottica dei più ampi dibattiti culturali e dei rapporti a livello europeo. Il volume è completato con la riproduzione a colori di alcuni fogli, tra i più significativi, per ogni codice.

LO SCRIPTORIUM E LA BIBLIOTECA DI NONANTOLA

40.00 36.00

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa – Centro Studi Storici Nonantolani

Formato

47,6×30,5

Pagine

446

Anno

2011

ISBN

9788864620886

2 recensioni per LO SCRIPTORIUM E LA BIBLIOTECA DI NONANTOLA

  1. Giuliano

    Sfogliando le pagine del tomo è evidente la dedizione dell’autrice nella ricostruzione degli eventi e delle caratteristiche di Scriptorium e biblioteca di Nonantola. Nella prima parte si trovano molte informazioni sulla città e, in particolare, sull’abbazia: di reggenti, autori e manoscritti vengono fornite identità, lavori e contenuto. Per me è affascinante l’ultima sezione, ove sono raccolte foto della pagine delle opere redatte a mano dai monaci dell’abbazia, con miniature ed illustrazioni.

  2. Antonietta

    E’ un volume importante, elegante e sopratutto ricco di informazioni sulla nostra storia passata.
    Lo consiglio a tutti.
    Antonietta Levoni

Aggiungi una recensione

Dello stesso autore

Potrebbero interessarti anche