Settant’anni di cartoline, dalla fine dell’Ottocento agli anni Cinquanta del Novecento, documentano la crescita di Sestola come importante meta di turismo dell’Appennino; località di villeggiatura montana immersa in splendidi scenari naturali, Sestola è divenuta nel corso del tempo anche un’attrezzata località sciistica. Questa crescita e questi cambiamenti sono stati, come sottolinea l’autore, il frutto delle sfide di una comunità che ha saputo “riaffermare un’identità, […] lasciarsi alle spalle storia e tradizioni e inventarsi un nuovo modo di vivere, per avviarsi a riconquistare un titolo: quello di Perla dell’Appennino modenese”. Ecco che ancora una volta la cartolina, che può apparire a uno sguardo superficiale “un’immagine falsa del paese o della località cui si riferisce”, si dimostra capace di restituire una verità ben più profonda di quella paesaggistica: è la verità dei mutamenti sociali, dell’evolversi delle comunità in relazione a un territorio, dell’avvicendarsi delle mode e dei linguaggi, la verità della vita che cambia lasciando di sé l’inquadratura più riuscita, insieme a un caro saluto.

SALUTI DA SESTOLA

25.00 22.50

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21X21

Pagine

264

Anno

2006

ISBN

9788889123256

1 recensione per SALUTI DA SESTOLA

  1. Marco Righi

    La storia di Sestola viene rappresentata tra grigi, colori, foto e illustrazioni che si alternano nei diversi generi di cartoline. L’evoluzione della città è evidente nelle trasformazioni degli edifici e degli impianti sciistici, documentando la crescente notorietà da semplice borgo a meta turistica.

Aggiungi una recensione

Dello stesso autore

Potrebbero interessarti anche