“Un’opera come questa è un aiuto a togliere l’ovvietà dello sguardo che non osserva ciò che pure vede, così ad esempio le croci e gli altri segni e immagini all’esterno delle chiese e delle case che si confondono in un paesaggio indistinto e consueto.
La drammatica esperienza del terremoto ha mostrato quanto sia doloroso assistere alla rovina o alla perdita di questi simboli divino-umani, che hanno accompagnato la nostra vita. Un motivo in più per apprezzare questa ricerca e per essere grati della passione e professionalità con cui è stata svolta”.
Antonio Lanfranchi, Arcivescovo-Abate di Modena-Nonantola 

“Alberto Desco è protagonista ormai da diversi anni di un’opera paziente di ricerca e di rigoroso censimento del grande patrimonio di ‘documenti a cielo aperto’ che costellano la città e ci ‘parlano’ dai muri degli edifici (storici o moderni, famosi o anonimi), dagli angoli delle strade, da piazze o aree verdi in cui qualcuno, per le ragioni più diverse, ha lasciato un segno per ricordare o testimoniare.
Segni religiosi o civili, espressione di fede o di ‘dedica’ umana e laica nelle forme, dimensioni e materiali più differenti, formano una rete capillare di ‘presenze’ visibili e tangibili nel territorio, in questo caso in quello della Circoscrizione 2, che l’autore ha esplorato con minuziosa cura documentando oltre 200 ‘oggetti’ portatori di una simbologia o di un esplicito messaggio”.
Giorgio Pighi, già Sindaco di Modena

 

 

SE VUOI GUARDARE IL VOLUME SEGNI DEL SACRO E DELL’UMANO 3 clicca  QUI

 

SE VUOI GUARDARE IL VOLUME SEGNI DEL SACRO E DELL’UMANO 2 clicca  QUI

Svuota
Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia