Primo Premio Multietnicità e Intercultura 2007

Libro Primo classificato per il Premio Multietnicità e Intercultura, sezione Letteratura, organizzato dal Comune di Roma (2007). “Le immagini che mi appaiono agli occhi della mente, quando mi inoltro nei testi di questa raccolta di Hamid, sono immagini in bianco e nero, a volte molto contrastate, più spesso poco distinte, nebbiose, a tratti anche sgranate. […] C’è poco lirismo e molta attualità biografica in questi versi, e l’Africa si allontana sulle onde dei ricordi, della malinconia e dell’indignazione addolorata per il destino dei suoi figli. Nei racconti, il contatto del testo con chi legge è un’interlocuzione diretta e coinvolgente che, al di là della narrazione dei fatti, sa dare voce all’esperienza interiore dell’immigrato, le impressioni soggettive di straniamento, i tentativi vani di spiegazione logica, le emozioni inaspettate e tempestose. Un mondo di vinti che non si arrendono e risalgono la corrente aggrappandosi alle contraddizioni di una logica sociale apparente”.
(Franco Bonsante)

Poesie e racconti costituiscono il cuore di questa raccolta dello scrittore africano Hamid Abdu, già autore di saggi e narrativa. Il libro è in italiano con testo a fronte in inglese.

SEPPELLITE LA MIA PELLE IN AFRICA – BURY MY SKIN IN AFRICA

12.00 10.80

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×15

Pagine

222

Peso

320 gr

Data di Pubblicazione

2006

ISBN

9788889123249

Lingua

Inglese, Italiano

 

7 recensioni per SEPPELLITE LA MIA PELLE IN AFRICA – BURY MY SKIN IN AFRICA

  1. Valerio

    Il libro si divide in due sezioni principali: una dedicate a poesie ambientate nel suo paese d’origine e l’altra a consigli di carattere generali per uomini e donne immigrati da paesi africani e medio orientali, con traduzione in inglese nel caso non parlino ancora la lingua.
    A coloro che non cercano consiglio, comunque le rime trasmettono nostalgia di una realtà lontana, mentre i consigli portano a realizzare alcune delle difficoltà cui alcuni stranieri vanno incontro.

  2. Jasmine

    Leggendo il libro mi sono ricordata dei miei compaesani che emigrano per essere più felici ma una volta arrivati dove sono hanno sempre un po di sofferenza e si immergono nel silenzio.

  3. Jessica

    Una raccolta di racconti e poesie davvero toccanti, che riescono a trasmettere a chi li legge una vasta gamma di sensazioni ed emozioni.

  4. Michela

    L’autore è riuscito, attraverso le sue drammatiche parole, a trasmetterci il tragico senso di perdita e di alienazione urbana. Una perfetta sintonia tra il paesaggio esterno e quello interiore ci porta a conoscere l’anima e i tormenti dello scrittore.

  5. Miriam

    Un libro toccante che si divide in due parti, poesie e racconti. Molto toccanti le poesie che riguardano tematiche come quella dell’immigrazione dal mediterraneo. Toccanti e struggenti.

  6. Gianfranco

    Emozionante leggere le poesie della prima parte del libro, fanno riflettere molto

  7. Leonardo

    Questo libro fa riflettere molto, davvero toccante e significativo.

Aggiungi una recensione