Negli anni della prima giovinezza pare siano racchiusi quei segreti che, spesso, nel corso di un’intera vita non si riescono del tutto a svelare. 
Con questo suo nuovo contributo narrativo, Vincenzo Galizia intende rileggere, nel proprio vissuto, gli anni cruciali delle prime esperienze: lo studio, il lavoro, la vocazione artistica, le relazioni sentimentali. 
Pagina dopo pagina, una galleria di situazioni e personaggi accompagna il lettore alla scoperta delle piccole e grandi avventure vissute prima sui banchi di scuola poi nei polverosi uffici della prefettura e, infine, in banca. Ambienti brulicanti di personalità spesso bizzarre o addirittura ostili, ma anche fucina di incontri positivi e di nuove amicizie. 
Molte le domande che affollavano l’animo dell’Autore e che percorrono anche questo testo autobiografico: qual è lo scopo ultimo della vita, come fare per raggiungerlo, quali gli errori e gli ostacoli da evitare? E soprattutto, si domanda Galizia, come fare per affrontare i propri limiti e superarli, come combattere contro l’insicurezza del carattere e l’incostanza dei propri interessi? 
Tutti quesiti che, se in parte restano aperti, sono però confortati dai tanti e importanti traguardi che l’Autore è consapevole di aver raggiunto, e che costituiscono un meritato e sicuro porto da cui contemplare serenamente il passato.

Svuota
Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia