Nel suo libro di maggior fama, Eichmann a Gerusalemme. La banalità del male, Hannah Arendt dedica vari capitoli alla deportazione degli ebrei dai vari paesi europei nei quali risiedevano da millenni verso lo sterminio nei campi.

Uno di questi capitoli è dedicato alla deportazione dall’Europa occidentale: Francia, Belgio, Olanda, Danimarca, Italia.–

Scrivendo dell’Italia essa descrive la resistenza che almeno fino al ’43 gli italiani opposero alla volontà tedesca di deportazione degli ebrei locali e degli ebrei che si trovavano nelle zone occupate dall’esercito italiano.

Per spiegare questo fenomeno, di difficile comprensione essendo l’Italia in quegli anni il principale alleato della Germania Hitleriana nella guerra mondiale, essa arriva a una conclusione: «Quello che in Danimarca fu il risultato di una profonda sensibilità politica, di un’innata comprensione dei doveri e delle responsabilità di una nazione che vuole essere veramente indipendente … in Italia fu il prodotto della generale, spontanea umanità di un popolo di antica civiltà».

Se esiste un episodio sul quale poter pronunciare questa frase della famosa filosofa ebrea tedesca esso è sicuramente quello del salvataggio dei ragazzi ebrei a Villa Emma a Nonantola.

Rav Beniamino Goldstein

Rabbino Capo della comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia

 

Svuota
Villa Emma di Nonantola, Modena
VILLA EMMA – Testimonianze sui ragazzi ebrei dall’Archivio di Ilva Vaccari

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa – Centro Studi Storici Nonantolani

Formato

24×17

Pagine

64

Peso

240 gr

Data di Pubblicazione

2014

ISBN

9788864622439

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

7 recensioni per VILLA EMMA – Testimonianze sui ragazzi ebrei dall’Archivio di Ilva Vaccari

  1. Federico

    Leggere direttamente le parole dei ragazzi celati a Villa Emma e i loro commenti una volta tornati in patria mi ha dato una differente prospettiva sulla storia che già conoscevo, o almeno, che credevo di conoscere. Se l’argomento vi interessa, rivedere la storia attraverso le testimonianze disincantate dei giovani salvati vi farà vivere l’evento come da loro visto e sentito.

  2. Giovanni

    Ho acquistato il volume in libreria e l’ho trovato molto interessante. Notizie che non sapevo sulla vicenda di Villa Emma.
    Volevo solamente dirvelo.
    Saluti, Giovanni

  3. Serena

    Una raccolta di testimonianze che riporta l’attenzione su una certa forma di educazione civica italiana. Bisognerebbe riportare alla luce queste storie di coraggio traendone insegnamenti per un presente più consapevole.

  4. Luisa

    Un cammino verso la raccolta di testimonianze dirette sulla persecuzione razziale. Un’epoca da non dimenticare, forse perchè crediamo di essere migliori oggi, ma neanche troppo cambiati. C’è sempre pericolo che alcune cose si ripresentino!

  5. Mia

    Un cordiale ringraziamento a coloro che durante un periodo così buio, riuscirono a trovare la forza di aiutare il prossimo senza mai perdere l’umiltà.
    Volume prezioso da consigliare.

  6. giorgio

    Un libro molto interessante. Appena uscito l’ho subito acquistato. Complimenti Giorgio.

  7. Matteo

    Libro ben scritto ed interessante

Aggiungi una recensione

Galleria video