Rocco Mastrobuono, autore del libro e protagonista delle vicende narrate, è un editor quarantenne di origini calabresi perennemente senza lavoro. Si trova a trascorrere un breve periodo nel Nord Italia, a Modena, e capita in una polisportiva a bere un caffè. Di fianco al bancone del bar sente parlare dei vecchietti e capisce che stanno parlando di Luciano Pavarotti. Si tratta infatti degli storici “amici della briscola”, che non hanno mai abbandonato la passione per il tavolo di gioco. Mastrobuono, in un lampo, realizza che quella può essere l’occasione della vita: farsi amici i vecchietti e carpire da loro notizie più o meno scottanti sul grande tenore. Scrivere una biografia scandalistica piena di gossip e venderla a un editore è il passaggio successivo che Mastrobuono sogna di fare.

Comincia così una bizzarra vicenda che narra del rapporto che, tra caffè e ammazzacaffè offerti in polisportiva, si instaura tra questo precario di nuova generazione e due vecchi amici di Luciano Pavarotti. Piano piano, tra le mille diffidenze degli anziani e il cinismo disperato del protagonista, si fanno strada ricordi intensi e aneddoti a volte esilaranti a volte commoventi.

Oltre ai vecchietti della briscola compare, in sordina, un altro misterioso personaggio, Victor, che si dichiara in possesso di informazioni molto scottanti.

Dai racconti degli amici della briscola si affaccia, insieme alla storia del grande Maestro, la storia di una città, Modena, e di un paese, l’Italia, che risorge dalle macerie della seconda guerra mondiale. Come in una specie di catarsi, il gigantesco Luciano Pavarotti torna a essere il timido e impacciato Lucianino che cantaMamma al buio per salutare un amico che va a soldato, oppure l’uomo ormai vecchio e provato dalla malattia che è costretto a trascinarsi sul palcoscenico ed eseguire davanti a milioni di spettatori, forse per l’ultima volta, l’aria che tutti si aspettano da lui: il Nessun dorma. Un ritratto senza filtri, dietro le quinte di un palcoscenico mai del tutto abbandonato nella recita della vita. Eppure è proprio nella rappresentazione del mito che si sgretola che le note inarrivabili delVincerò echeggiano in tutta la loro potenza drammatica: sono il grido di guerra di un grande lottatore, il testamento spirituale di un eterno sognatore, la solenne promessa di un uomo che può vincere la sua ultima battaglia perché nella vita ha conosciuto la sconfitta.

 

 

Rassegna Stampa

Gazzetta 6 Settembre 2018
SpazioLIBRI

 

Svuota
Vincerò, Rocco Mastrobuono, Modena
VINCERO’ l’ultima partita con LUCIANO PAVAROTTI

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×15

Pagine

160

ISBN

9788864624358

Anno

2016

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

25 recensioni per VINCERO’ l’ultima partita con LUCIANO PAVAROTTI

  1. Stefania Longhi

    Intimo è realistico è lo stile dello scrittore. Le sue descrizioni rappresentano perfettamente l’ambiente del classico bar e degli anziani accampati attorno al tavolo da gioco e il fatto che siano resoconti di avvenimenti accaduti ne è sicuramente la causa, mostrando realtà sconosciute sul Maestro e sulla città di Modena.

  2. Lidia

    Anche solo guardando il titolo, evocativo di uno dei più grandi successi di Pavarotti, questo libro promette bene!

  3. Veronica

    Solo il titolo mi incuriosisce, finalmente una biografia innovativa sul grande tenore!! Non vedo l’ora di acquistarne una copia!
    Complimenti

  4. Walter

    Complimenti a tutto lo staff di Artestampa, queste sono memorie che non meritavano di rimanere sepolte! Mi sembra di capire che siano prima di tutto ricordi personali di grandi amici del Maestro ed è giusto che abbiano avuto la possibilità di raccontare la loro profonda amicizia e vicinanza con un uomo così eccezionale! Sono sicuro che Pavarotti non avrebbe detto di no al Bòla e al Colonél!
    Walter

  5. Giovanni

    Ho visto sul web il video dell’intervista degli Amici della briscola e l’ho trovata a tratti commovente a tratti molto divertente. Acquisterò il libro, sono sicuro che ci siano dentro queste emozioni e molte altre.

  6. Andrea Perati

    Il libro è bellissimo, scritto davvero bene. Non è un remember, ma una storia avvincente e attuale. Ma chi è questo Mastrobuono? Ho sentito dire che ha utilizzato uno pseudonimo. Perché ?

  7. Cristina

    Emozionante e divertente, con cenni storici della Modena del passato, ma soprattutto la vera personalità di Pavarotti raccontata tramite le vicende vissute insieme a lui dai suoi più cari amici

  8. Roberta Chiaravalle

    l’ho letto tutto d’un fiato. Bellissimo. Emozionante questa amicizia vera, molto bello anche il video che gira sui social.
    Robby

  9. Stefano

    Ho sempre avuto grande ammirazione per questa grande figura della lirica italiana, e questo libro mi incuriosisce particolarmente anche perchè ero a conoscenza di queste figure a lui molto legate, ma non era ancora trapelata nessuna informazione. chissà quali segreti conterrà questo libro?

  10. Liliana Fregni

    La cosa che mi ha entusiasmato di più nel libro è stato il riaffiorare della Modena di una volta, dell’immediato dopoguerra, quando era rimasto poco ma tutti avevano voglia di ricostruire e di fare qualcosa di grande, per se stessi e per la propria città. Penso che Pavarotti rappresenti tutto questo, portato ad un livello così grande e così sublime che forse era inimmaginabile perfino nei suoi più grandi sogni

  11. Gerardo

    Bellissima la presentazione della settimana scorsa a Ponte Alto! La cantante e la pianista sono state superbe ed hanno reso i ricordi degli amici della briscola ancora più toccanti! Ho cercato nelle edicole vicino a casa mia (zona san lazzaro) e lo hanno già esaurito… continuerò a cercare!
    Gerardo

  12. Teresa

    finalmente un libro che racconta la vita di questo grande uomo della musica modenese ed italiana in maniera più diretta e intima, non vedo l’ora di averlo tra le mie mani

  13. Davide

    Un racconto sul grande maestro, scritto però non in chiave biografica e formale, ma redatto da testimonianze vere e colme di emozioni, spero che questo libro possa appassionarmi appena ne avrò una copia

  14. Rita

    Avevo gia sentito di questi tre fantomatici amici del maestro che gli erano sempre vicini, ma credevo fosse più mito che realtà, ora invece sono super curiosa di sapere cosa questi amici abbiano raccontato, chissà se ci sarà quale interessante segreto

  15. Elisa

    Un punto di vista sicuramente diverso dalla maggioranza dei libri che si trovano in giro su Pavarotti e proprio per questo sembra veramente interessante!! Complimenti

  16. valeria

    Un libro molto stimato dalle persone perchè riguardante la vita del grande Luciano Pavarotti, scitto dall’autore Rocco Mastrobuono.
    Riprende in modo preciso ed esaustivo ogni singola cosa di Pavarotti.. merita di essere letto da chiunque sia appassionato della musica lirica e per conoscerlo al meglio grazie alle vicende raccontate dai “suoi amici di briscola” all’autore stesso.

  17. Ester Menabue

    Finalmente un libro su Pavarotti non retorico e non banale: se si vuole avere un punto di vista davvero molto personale e intimo sull’ “uomo” Pavarotti (piuttosto che sul tenore celebre in tutto il mondo), questa è la lettura giusta. Si scoprirà che non tutto quello che si è visto dall’esterno su di lui è avvenuto realmente così

  18. Cristian Colussi

    Ho scoperto il libro grazie ad un video visto su Facebook in cui i due amici del tenore raccontano, commuovendosi, della loro amicizia con pavarotti… se per loro è stato così importante chissà quali storie hanno da raccontare ai lettori
    mi ha incuriosito molto e proverò a procurarmelo il prima possibile, leggendo i commenti di chi l’ha già letto non dovrei restare deluso!
    Cristian

  19. Marco Strocchi

    Anche io ho visto quel video! è stato davvero commovente vedere quei due anziani signori emozionarsi così durante il ricordo di un loro grande amico! la vera amicizia allora esiste sul serio

  20. Alice

    Bellissima e certamente non scontata biografia sul Maestro, ricca di episodi (anche divertenti) che non si leggono da altre parti. Da acquistare!

  21. Debora

    Un libro nuovo, diverso dagli altri. Mi piace molto l’idea di vedere il Maestro secondo un altro punto di vista rispetto a quello solito… A tratti commovente e altri divertente, è una lettura piacevolissima. Lo raccomando a tutti!

  22. Lorenzo

    Questo è un libro che non racconta solo di Luciano ma anche del sogno di tre amici d’inafnzia che lo hanno segiuto ovunque andasse. Secondo me il libro è interessante e utile per capire a fondo questo personaggio avvolto tutt’ oggi nel mistero. Avendo uno zio che faceva parte de “gli amici della briscola” ho compreso, alla fine, Luciano più a fondo di quanto avrei mai potuto immaginare. Questo è stato possibile grazie alla lettura del libro e una delle cose più belle di questo libro è il fatto che si capisce che gli amici della briscola non erano affatto gelosi del successo di Luciano perchè loro erano parte integrante di quel successo, e secondo me già questo fa di se un libro spettacolare.

  23. Antonio

    Un libro davvero toccante che mette in luce lati posiivi del Maestro che non conoscevo…

  24. Luigi

    Storia avvincente e trama scorrevole.

  25. Francesca

    Libro vero e intenso, l’autore ha voluto raccontare il grande maestro Luciano Pavarotti in tutta la sua grandezza e bontà.

Aggiungi una recensione