Oggi mi sono sentito bene per quasi due secondi di fila.

Un chioschetto notturno abitato da ombre, la difficoltà a distinguere l’allucinazione dalla realtà, la precarietà totale di un’esistenza alla deriva, flashback e sensazioni di un moribondo che elabora un lungo testamento. Allegri che tra poco si muore è un romanzo che parla di una generazione e a una generazione. Quella dei nativi digitali, dei precari, degli emotivamente instabili, degli eterni adolescenti divenuti trentenni appassiti. È un’opera che parla di profondo Nord e di profondo Sud, dell’Italia e del mondo, in una teoria di personaggi e scene di genere che si susseguono come irrisolte comparse oniriche. Sono pagine sciolte di prosa spontanea, lasse narrative che danzano intorno a un nucleo, quello dell’amore per una ragazza e – perché no – del senso della vita. La cornice è quella di mille e più bar, che come piccoli limbi di penitenza disegnano situazioni grottesche. Amaro, intensamente depressivo, sconsolato e sconsolante, questo è però anche – inevitabilmente – un libro divertente, di una desolazione catartica che trova nella comicità il suo destino inesorabile.
Dalle solitudini irpine alla vuota vastità degli hinterland padani, si leva una voce narrativa arguta e dolente, che scrive un nuovo capitolo in quel grande e incompiuto libro ideale che è la letteratura dei relitti, degli emarginati, degli sradicati. Di coloro che, per usare la tragica autoironia di Tondelli, si ritrovano periodicamente afflitti dai disturbi dubitativi della decadenza.

 

 

Svuota
ALLEGRI CHE TRA POCO SI MUORE

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×14

Pagine

176

Peso

240 gr

Data di Pubblicazione

2018

ISBN

9788864625935

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

7 recensioni per ALLEGRI CHE TRA POCO SI MUORE

  1. Aurora

    Non è decisamente una lettura per chiunque. L’autore ha utilizzato uno stile di scrittura forte e tal volta anche esplicito, ed è quasi possibile percepire il rancore e l’astio che egli nutre per la vita stessa nato per colpa delle difficoltà sempre più insormontabili che la questa gli pone.
    Il racconto si svolge principalmente attorno ad un bar e alle vite che tendono ad intrecciarsi quando convergono in questo. Sebbene deprimente e sconsolante, questo testo è assolutamente divertente e interessante! Si concentra sulle differenze degli opposti della vita e di come essi si uniscono per creare qualcosa di nuovo e affascinante!
    Appena lo iniziato a leggere mi ha preso subito!!

  2. Debora

    L’inettitudine moderna fa da sfondo ad un racconto fin troppo vero, graffiante che non riesce a consolare. L’autore è riuscito con grande ironia a raccontarci la disillusione di una generazione che passa le giornate andando di bar in bar.
    Ho apprezzato la schiettezza e la grande capacità che l’autore ha avuto, riscendo a strapparmi ogni tanto un sorriso, seppur amaro.

  3. Carlotta

    Non’è per tutti leggere questo libro. Una realtà dura raccontata con parole altrettanto dure. Ambientato ai piedi di un chioschetto notturno racconta di un oggettiva realtà nascosta purtroppo e anche per fortuna agli occhi della gente, un libro molto impegnativo moralmente si alterna una serietà unica ed una vita presa ironicamente. Complimenti

  4. Marta

    Un romanzo molto crudo che però rispecchia perfettamente quella che è la precarietà del mondo di oggi, dal paesino del sud fino alla grande città del Nord. Una trama coinvolgente che riesce a trascinarti nella vita del protagonista, cogliendo anche gli aspetti più grigi della società. Consigliatissimo!

  5. Maria

    Libro di un certo spessore. Un pò complicato ma comunque lo si può capire tranquillamente. E’ un tema forte ma pur sempre bello e rispecchia molto la società di oggi.

  6. Laura

    E’ un romanzo abbastanza duro, racconta delle tematiche di questa società e fa molto riflettere.

  7. Alice M.

    E’ sicuramente un libro che fa molto riflettere.
    Mi ha colpita fin da subito e l’ho letto in pochissimo tempo..
    ve lo consiglio molto!!

Aggiungi una recensione

Rassegna Stampa

Per leggere l’intervista a Luigi Capone sul sito ABOUT clicca QUI