SECONDA EDIZIONE RIVEDUTA E CORRETTA

Io, urlando, mi rivolsi a lei.  
Le chiesi: “Mamma, cosa devo fare?”
“Nulla!” rispose lei, “Non ti preoccupare. 
Penso a tutto io”
E con un sorriso dolce mi mandò un bacio mentre i suoi aguzzini me la portavano via per sempre.
17 dicembre 1944, San Cesario sul Panaro, Modena.
Sul greto del fiume Panaro a San Cesario si conclude con un colpo alla nuca la giovane vita di Gabriella Degli Esposti e di altri nove compagni, catturati e barbaramente torturati per cinque giorni dalle SS dell’ufficiale Schiffmann. Leggi tutto

 

 

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

23×17

Pagine

672

Peso

1112

Data di Pubblicazione

01/04/02022

ISBN

9788864629193

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

13 recensioni per GABRIELLA DEGLI ESPOSTI, mia madre

  1. Antonio Sacchetti

    E’ una storia struggente e meravigliosa. I nostri figli dovrebbero conoscere questo tipo di amore: dare la vita per i propri amici. C’è dell’altro oltre l’iPad…

  2. Gloria Debernardis

    Un esempio di eroismo da tramandare alle future generazioni. Perché non sia morta invano…

  3. Rossella

    non so cosa pagherei , per vedere questo libro in mano agli studenti .

  4. Roberto

    Bellissima storia che andrebbe raccontata quanto più possibile.

  5. Elena

    Una storia davvero toccante conun grande insegnamento!

  6. Valeria Vuono

    Savina Reverberi, autrice di questo saggio-tesimonianza, riporta le drammatiche vicende vissute dalla sua famiglia e aver sperimentato sulla propria pelle il significato della dittatuta e il dramma della guerra.
    Mi è piaciuto molto il personaggio di Umberto Terracini; l’autrice lo tratteggia come esempio per non dimenticare di esprimere sempre e senza timore i propri pensieri e i sentimenti di solidarietà contro il Nazismo e il Fascismo. Loro stessi lo temevano perchè appunto sapeva esprimere e trasmettere attraverso le sue parole le idee contro il regime.
    Savina era una bambina molto vivace e fin da subito emerse in lei la tenacia, il senso di libertà e dover sempre esprimere il suo parere senza mai tenerselo per sè, un pò come me..
    La madre di Savina era un’eroina a tutti gli effetti.
    Nemmeno quando fu catturata dalle SS smise di lottare e credere nei suoi ideali, pagando con la sua stessa vita.

  7. Maria Cristina Reverberi

    Da bambina lo zio Bruno mi abbracciava, quando il babbo mi portava al cimitero a trovarti: lui era sempre lì, tutti i giorni, a tutte le ore…ti ho sempre pensato come a una zia, la zia Gabriella che non ho mai conosciuto, ma mi hai lasciato l’eredità più bella che una donna possa lasciare ai suoi discendenti. il senso della Giustizia!

  8. Marco

    Un prezioso volume per la mia tesi di laurea”Donne decorate di medaglie d’oro al valore militare” PArtigiane per la libertà. #MeToo

  9. Mauro

    Emozionante e molto toccante. Da leggere assolutamente per dare onore a questa donna. Bellissimo

  10. francesca

    Una testimonianza incredibile scritta con amore dalla figlia Savina. Condivido pienamente con chi dice che bisogna tramandare questa storia alle generazioni future. Per tenere viva la memoria di una donna che ha sacrificato tutto per permetterci di avere un futuro migliore e onorarla, ma anche per imparare da lei, prendere i suoi valori da esempio e per essere testimoni dell’orrore della guerra e dei suoi crimini per non ripeterli più.

  11. Luca

    Libro bellissimo e ricco di fotografie.

  12. Giovanni

    Ho preso la seconda edizione riveduta e corretta, ha la copertina rigida ed è ricca di fotografie, un volume prezioso. Prezioso anche per il suo contenuto scritto che è un tassello fondamentale della storia collettiva di tutti noi italiani e in particolare modenesi. Certe cose non possono andare dimenticate, ringrazio l’autrice per averci regalato l’opportunità di conoscere e poter tramandare ciò che è stato. E la ringrazio ancora per essersi esposta e aver condiviso la storia privata della sua famiglia. Sono pienamente d’accordo con chi dice che questo libro debba essere tramandato alle future generazioni, non solo manuali di storia ma anche volti, esperienze e verità perchè i ragazzi sentano propria la storia.

  13. marina

    un libro emozionante e pieno di colpi di scena. sono un insegntante, e ho deciso di far leggere questo libro ai miei studenti .
    oltre. personaggi caratterizzati bene e pieni di morale ! deve assolutamente essere letta da più persone possibili principalmente ai giovani .

Aggiungi una recensione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Galleria Video

 

Rassegna Stampa

 

Il Resto del Carlino 27 Aprile 2017
Gazzetta 23 Aprile 2017
Gazzetta 18 Dicembre 2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gabriella Degli Esposti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per leggere la recensione di Lauro Venturi clicca qui:  https://lauroventuri.it/un-libro-che-non-si-puo-non-leggere/

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=763784417959187&id=1737444004

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=530732645413245&id=1737444004

https://www.facebook.com/100057529604565/posts/465754145352235/?sfnsn=scwspmo

https://m.facebook.com/story.phpstory_fbid=1173798056564485&id=1737444004

 

 

GABRIELLA DEGLI ESPOSTI, mia madre
32.00 Seleziona le opzioni