“Paolo fece la scena tre volte, una meglio dell’altra, lasciando andare la voce trasportato dalla passione. Finalmente comprese perché sarebbe stato un grande Rigoletto e perché fino a quel momento la sua carriera non era mai decollata”.

Un matrimonio in crisi e la più grande occasione della vita. Su queste due direttrici si inseguono inquieti i destini di Paolo e Francesca, baritono cinquantaseienne e fallito lui, giovane soprano di belle speranze lei: uniti dall’amore per la musica e da un sentimento che si è fatto ogni giorno più tiepido, fino a congelarsi del tutto. O no? Se il paradiso può attendere, anche marito e moglie dovranno rimandare la risoluzione dei loro problemi di cuore. C’è un’opera da mettere in scena, e non una qualsiasi: Il Rigoletto di Verdi, con due ruoli da protagonisti. È il treno giusto, il più importante, l’ultimo. Ma vita e arte difficilmente possono rimanere lontane. Così, mano a mano che si calano nelle atmosfere e nelle vicende dell’opera, i sentimenti dei protagonisti arrivano a fondersi e confondersi con le grandi, intramontabili figure umane del dramma verdiano. Gavioli si cimenta con documentata devozione e sottile ironia nella rappresentazione del variegato universo della lirica, intrecciando due storie parallele che si rincorrono su e giù dal palcoscenico, fino a quando, dopo un’attesa sapiente, il sipario potrà sollevarsi sul colpo di scena finale.

 

 

Svuota
LA DONNA È MOBILE

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×14,5

Pagine

144

Peso

220 gr

Anno

2016

ISBN

9788864624426

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

Rassegna Stampa

Gazzetta di Parma 11 Novembre 2016
Il Resto del Carlino 15 Febbraio 2017