Premio Alberoandronico 2013

Magnitudo Emilia esprime la grandezza di un’Emilia colpita al cuore da un sisma che ha fatto tremare anche lo sguardo delle persone sulle cose, mutandolo per sempre. La giornalista e scrittrice Annalisa Vandelli, insieme al fotoreporter Luigi Ottani, si sono posti una domanda che è allo stesso tempo una sfida: come si racconta la devastazione della propria terra e della propria gente? Gli autori rispondono così: “Questo libro vorrebbe essere un microfono della terra, dell’urlo straziante che ha interrotto le nostre abitudini. Così abbiamo lasciato che il racconto si raccontasse da sé, senza porci limiti nella ricerca e seguendo piste imprevedibili. Abbiamo lasciato che un incontro tirasse l’altro, come pure i territori e gli eventi, così da non dominare una storia ma da darle la libertà di costruirsi, di esprimersi. E da qui la struttura del libro, calcolatamente casuale. Vi restituiamo dei frammenti letterari, recuperati o salvati da ciò che resta e che ci è sembrato estremamente prezioso nel restare. Leggi tutto

MAGNITUDO EMILIA – Lo sguardo sulle cose

23.00 20.70

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

30×24

Pagine

160

Peso

1040 gr

Data di Pubblicazione

2012

ISBN

9788864621678

Lingua

Italiano

17 recensioni per MAGNITUDO EMILIA – Lo sguardo sulle cose

  1. Rodolfo

    Attraverso fotografie viene mostrata la distruzione e desolazione delle cittadine più martoriate dai terremoti del Maggio 2012. Tra palazzi crollati e opere d’arte deturpate, anche gli sguardi persi di abitanti sfollati trovano posto tra le pagine del libro. Alcune parole accompagnano le foto dei detriti, insieme a qualche dialogo scambiato da soccorritori e superstiti.
    E’ forte negli autori la volontà di far ricordare le sofferenze e la paura negli attimi della scossa e momenti successivi, forse per rispetto delle vittime e per siglare questo episodio della storia emiliana.

  2. Elisabetta

    A volte le immagini valgono di più di molte parole. E per esprimere quello che i paesi dell’Emilia hanno vissuto durante il terremoto basta davvero lasciar parlare le foto che ritraggono i luoghi e le persone devastati dal sisma.
    “Magnitudo Emilia” così ci permette di conoscere più da vicino cos’hanno vissuto i paesi più colpiti.
    Un libro commuovente.

  3. Laura

    Non solo semplici fotografie, ma intrugli di mente, occhi e cuore, i tre ingredienti che secondo Bresson rendono la fotografia un’arte superlativa. Il dialogo tra immagini e didascalie, geometrie e poesia, raccolgono l’essenza delicata di uno stato d’animo nel quale è impossibile immedesimarsi con la sola forza dell’immaginazione.

  4. Chiara

    Un libro per realizzare cosa significhi vivere l’ esperienza traumatica della perdita della propria casa.

  5. Giovanni

    La foto della copertina trasmette un numero incredibile di emozioni, quante cose sono celate tra le bellissime rughe.
    Complimenti

  6. Rebecca

    Un libro pieno di fotografie che, non solo sono bellissime, ma soprattutto che parlano molto di più di quello che sarebbero in grado di fare mille e mille parole. Pazzesco. La copertina non ha bisogno di descrizioni o commenti, lascia già così un grande segno nei nostri occhi.

  7. Silvia

    Mi è appena arrivato, e ho pianto… Trasmette tutto, tutto…

  8. Francesca

    Una bellissima raccolta di fotografie in bianco e nero che esprimono e raccontano la disperazione degli emiliani, ma anche la forza con la quale gli abitanti di queste terre guardano al futuro.Immagini potenti e parole forti emergono da queste pagine, per offrirci una prospettiva diversa dalla tragedia e darci modo di osservare la rinascita!

  9. Giulia

    Già dalla copertina si capisce che a volte le immagini riescono a trasmettere di più di un testo scritto. Bellissima raccolta fotografica di immagini espressive e forti che ci fanno davvero capire cosa ha significato per gli emiliani il terremoto del Maggio 2012. Complimenti al fotografo!!

  10. Ruggero

    Chiunque aprisse questo libro capirebbe il dramma, lo strazio e la condizione psicologica di chi, il 20 e ancora di più il 29 maggio 2012, ha perso tutto, tutto ciò per cui aveva sudato, lavorato, sperato, di come tutto sia potuto essere ridotto a calcinacci cadenti e edifici, chiese e palazzi ormai diroccati. Libro molto toccante e che mi auguro possa avere una diffusione su scala almeno nazionale.

  11. Michela

    un modenese il terremoto non se lo scorderà mai… anche se è passato molto tempo, quando ho sfogliato questo libro a casa di una mia amica mi sono venuti i brividi… ne ho comprato subito una copia anch’io… probabilmente tutti quelli che hanno vissuto il terremoto dovrebbero averne una.

  12. Laura

    Un libro ricco di immagini che da sole sono in grado di raccontare il dramma del terremoto, una testimonianza importante.

  13. Franca

    ho vissuto personalmente l’esperienza del terremoto, riguardando questo libro, i ricordi più spiacevoli sono riemersi nella mia mente, ma è giusto che tutti noi ricordiamo una tale catastrofe naturale!

  14. Francesca

    complimenti al fotografo che con semplici foto mi ha fatto trasmettere tutte le emozioni e le paure provate il 29 Maggio 2012.
    Certe cose non si scordano mai, fantastico libro!

  15. Simone

    La reporter Annalisa Vandelli insieme al celebre fotografo Luigi Ottani attraverso queste splendide foto rievocano le emozioni provate in quel terribile giorno. Esempio perfetto di come a volte le immagini riescano a dire più di mille parole.
    Libro che ogni modenese dovrebbe avere nella propria libreria.

  16. Giulia

    Una sola cosa da dire, COMPLIMENTI!

  17. Martina

    Bellissimo libro, interamente dedicato al sisma che colpì tragicamente l’emilia. Un racconto vero dall’inzio alla fine, stupendo ed emozionante, complimenti all’autrice.

Aggiungi una recensione

Rassegna stampa

Link: http://www.luigiottani.it/

Link: http://it-it.facebook.com/annalisa.vandelli

Link: http://www.magnitudoemilia.it/index.php/it/content/view/00100/home