Bruno Loi

Bruno Loi è nato ad Avellino il 23 agosto 1941. Figlio di Aldo, ufficiale dell’esercito (MAVM Prima guerra mondiale), come quattro dei sei fratelli, ne ha seguito le orme entrando, dopo la maturità classica, all’accademia di Modena. Assegnato alle unità paracadutisti, vi ha assolto tutti gli incarichi di comando nei vari gradi, partecipando anche alle operazioni di pace in Libano (1983) e in Somalia (1992-1993). Ha frequentato la scuola di guerra italiana, l’école supèrieure de guerre a Parigi e il centro alti studi per la difesa a Roma. È laureato in Scienze Strategiche. Quale ufficiale di stato maggiore ha prestato servizio presso lo stato maggiore dell’esercito ed è stato addetto militare e per la difesa presso l’ambasciata d’Italia a Parigi (1987-1990). Ha comandato il distretto militare principale di Palermo, la brigata paracadutisti “Folgore”, l’accademia di Modena, il comando militare autonomo della Sicilia, la regione militare Sud e l’ispettorato per il reclutamento e le forze di completamento dell’esercito. Ha lasciato il servizio attivo il 30 settembre 2004 con il grado di generale di corpo d’armata e si è stabilito a Modena, dove ha fissato la residenza. Ha scritto il libro Peace-keeping: pace o guerra? Una risposta italiana: l’operazione “Ibis” in Somalia.

È cavaliere dell’ordine militare d’Italia e cavaliere di gran croce dell’ordine al merito della Repubblica italiana. È insignito della medaglia d’oro di lungo comando (oltre 20 anni), della medaglia d’oro di lunga attività aviolancistica (oltre 30 anni) e di altre onorificenze. È coniugato con Raffaella Eugenia e ha tre figli, Maurizio (ufficiale pilota della marina militare), Federico (ufficiale dell’esercito), Roberto (ingegnere meccanico), tutti e tre paracadutisti. È nonno di otto splendidi nipoti.   

 

Volumi pubblicati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.