Modena, 1980.

Una compagnia di liceali di sedici anni vive un anno denso di avvenimenti che li farà maturare improvvisamente e loro malgrado.

Il Tiepido è l’ingenuo ragazzo che cerca di capire un mondo che sta cambiando pelle insieme ai suoi amici: il cinico e talentuoso Millanta, le gemelle Fratelli, Amelia, fricchettona cartomante di una tv privata, Folagra, agitatore politico della città, e Alan, introverso pallavolista omosessuale.

Tra Ustica e la strage del 2 agosto alla Stazione di Bologna, Vasco agli esordi e l’avvento dell’eroina, la musica e le scorribande in bicicletta, il Tiepido e i suoi amici strappano sorrisi amari sulla fine degli anni ’70, mentre la voce del Presidente Pertini accompagna l’ultima generazione di ragazzi analogici verso la fine dell’anno e, forse, dell’adolescenza.

 

 

ULTIMI ANALOGICI

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×14,5

Pagine

128

Peso

200 gr

Data di Pubblicazione

2019

ISBN

9788864626864

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

7

5 recensioni per ULTIMI ANALOGICI

  1. Mattia

    Questo libro mi ha fatto tornare nel passato.
    Ve lo consiglio!

  2. Marco

    Bellissimo libro, mi ha fatto ricordare quando ancora andavo a scuola in quegli anni.
    Lo consiglio a tutti!

  3. Valeria

    Attratta dal titolo e dalla frase accattivante in quarta di copertina, ho acquistato questo libro e, devo dire, merita davvero di essere letto. Lo consiglio a tutti, non solo a chi ha vissuto quegli anni.

  4. Tommaso

    “Le piace questo nuovo friccicore di apparire e consumare, di ottenere tutto facile, l’ottimismo e le giacche con le spalline? Cosa farebbe a chi chiama una figlia Sue Ellen?”

    Il Tiepido, lo Spesso, Millanta e gli altri sono dei liceali che vivono il periodo di transizione tra gli anni ’70 e gli ’80: sono l’ultima generazione di ragazzi analogici.
    Un libro molto bello, decisamente scorrevole ed interessante, soprattutto per chi, come me, è nato molto dopo gli anni ’80.

  5. Antonio

    Un libro intergenerazionale, nonostante il forte richiamo degli anni ’80 e tutti i suoi avvenimenti. Malgrado non abbia vissuto in quell’epoca, si sente il sapore di un nuovo tipo di paese che andava formandosi. Scelte musicali azzeccatissime, storiche. Grande intreccio di personaggi dolceamari, facili da trovare in una città come Modena. Lettura godibile

Aggiungi una recensione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rassegna Stampa