Sembrano tutti uguali gli alberghi del litorale romagnolo, uno di fianco all’altro, con le schiere di ombrelloni davanti sull’attenti. Ci vuole lo sguardo di una ragazza di vent’anni per credere, o anche solo immaginare, che questi luoghi abbiano una storia. E che storia! Bastano poche domande e una fotografia trovata per caso e si apre il baule dei ricordi. Sessant’anni di avventure, dalla fondazione ad opera della gloriosa Azienda Municipalizzata di Modena, oggi HERA, fino al passaggio all’attuale gestione, che ha tenuto il vecchio nome e non solo. Perché il Ghirlandina di Rivazzurra, questa piccola Modena sull’Adriatico, si porta dentro la storia di una comunità, la storia di un sogno, quello della nuova Italia uscita dalla guerra che pensa a un futuro diverso per i suoi figli. E lo costruisce, a due passi dal mare, dove tutto è possibile e dove si può tornare la prossima estate: la più bella.

 

 

 

Svuota
C'era una volta la Pensione Ghirlandina, Edizioni Artestampa
C’ERA UNA VOLTA LA PENSIONE GHIRLANDINA

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

20×20

Pagine

132

Peso

380 gr

Anno

2017

ISBN

9788864625683

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

7 recensioni per C’ERA UNA VOLTA LA PENSIONE GHIRLANDINA

  1. Alberto

    Sono molto interessato a questo libro, un po perchè la trama mi intriga e un po perchè parla degli italiani, appena usciti dalla catastrofe della guerra.

  2. David

    Ho assisto alla presentazione ieri in piazza Grande mosso dalla curiosità e dalla complicità che solo un “collega” può capire. Credo.
    Nonostante fossi completamente estraneo alla storia della pensione Ghirlandina sono stato catapultato anche io nel passato. Nelle immagini che ho visto, nelle parole che ho sentito, ho rivisto quella spensieratezza che ho vissuto in prima persona da bambino nelle mie vacanze in riviera romagnola. Sono riuscito ad emozionarmi ieri sera.
    La storia della “tua” pensioncina è la storia di tutti coloro che sono passati per quell’epoca nemmeno tanto lontana dal tempo ma lontanissima nei modi, usi e costumi. Hai ricordato perfettamente lo spirito dei tempi passati.
    Complimenti Serena perché a 21 anni essere entrati nel cuore dei sentimenti che muovevano le famiglie a quei tempi è sinonimo di grande talento e capacità di ascolto.
    Complimenti anche all’amico Carlo che scova instancabilmente storie locali capaci di varcare i confini modenesi e quelli del cuore soprattutto.
    In bocca al lupo!

  3. Sara

    Mi hanno regalato il volume e da due giorni rivivo quegli anni bellissimi. complimenti per la splendida idea…

  4. Barbaraarins

    COMPLIMENTI all’autrice per aver saputo raccontare in modo cosi vero e veritiero la storia della Pensione Ghirlandina! quest’estate ci ritornerò sicuramente dopo anni di assenza! perché non fate anche uno sceneggiato?

  5. Umberto 31 dicembre 2017

    Ricordi

    Io sono il fratello “grande” di Mauro che compare in più occasioni in foto da me fatte attorno agli anni 1964 – 67 ed autore della foto di copertina dove, sull’altalena compare mia madre con una cara amica; pochi anni più tardi, all’età di 47 anni ci lascerà! Non è di questo che voglio parlare, volevo invece fare i complimenti all’autrice perché è riuscita ad evocare in un modo incredibilmente esatto, le sensazioni che si provavano nella “prima” gestione, sensazioni che ricordo benissimo ed ho difficoltà a capire come possano essere espresse così puntualmente da una persona che non le ha vissute personalmente! Questo sta a testimoniare la qualità delle testimonianze scovate dall’autrice e la sua sensibilità nell’immedesimarsi in esse: ancora COMPLIMENTI!

  6. Anna

    Anni di progetti,ambizioni e tutta una vita per ricominciare a sperare un futuro migliore,libro pieno di speranze della old e new generation.

  7. Giulia\

    Bellissima storia, mi è piaciuta perchè questo libro racconta di come l’Italia sia uscita dalla guerra a testa alta. Complimenti all’autrice!

Aggiungi una recensione

Galleria Fotografica

Rassegna Stampa

Notizie Luglio 2018