15.00

Attraverso un lungo e appassionante racconto critico la studiosa modenese Olimpia Nuzzi guida il lettore alla ricostruzione della ricca trama di fenomeni storici, artistici e teologici che hanno accompagnato la realizzazione delle formelle della Natività dell’Abbazia di Nonantola. Oltre all’esame approfondito di ciascuna scena scolpita sul portale dell’Abbazia, l’autrice propone un’interessante serie di riflessioni e raffronti utili a inquadrare la manifestazione artistica in un preciso contesto politico e geografico. Fondata nel 752, L’Abbazia di Nonantola fu ricostruita tra il 1093 e il 1103, dopo essere entrata nell’orbita dei domini filopapali di Matilde di Canossa: la Riforma di Gregorio VII non si esplicò solamente in campo teologico e dogmatico, ma si realizzò modificando la società cristiana sotto un più vasto profilo culturale. L’architettura e l’iconografia delle Cattedrali d’Occidente, che iniziarono a sorgere con rinnovato splendore, rispecchiano a pieno quel profondo mutamento. Ma, osserva l’autrice, rimane un mistero da risolvere: perché la scelta di un soggetto come quello della Natività che, se per certi aspetti risponde alle esigenze della riforma gregoriana, per altri sembra riportare l’attenzione su antiche controversie dogmatiche? L’autrice risponde a questo interrogativo procedendo a un’indagine ad ampio raggio ben documentata sotto il profilo scientifico e al tempo stesso esente da tecnicismi. Lo studio è corredato da un buon apparato fotografico e da una puntuale presentazione di don Paolo Notari.

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia