16.00 14.40

Un cimitero al tramonto, una ragazza, un assassino. Ecco i tre classici ingredienti con cui può cominciare un buon horror. Ma c’è un problema: lo scrittore non riesce a buttare giù nemmeno una riga e continua a mangiare compulsivamente caramelle alla liquirizia. La ragazza, a dire il vero, non è molto carina, e il cimitero è più un poetico camposanto di montagna che un luogo sinistro e spettrale come vorrebbe il genere. Bisogna accontentarsi. Siamo a Lotta di Fanano, un piccolo borgo dell’Appennino modenese, all’inizio del Novecento. Sembra tutto abbastanza normale, a parte quella cosa che luccica nella mano di un losco figuro apparso all’improvviso, e che colpisce ripetutamente la ragazza, senza pietà. Lei non urla però, nemmeno un’invocazione d’aiuto, mentre l’assassino continua a infierire su di lei, senza colpirla a morte, sembra quasi che aspetti un suo grido…

 

 

 

 

Svuota
E’ COSI’ DIFFICILE MORIRE?

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×15

Pagine

256

Peso

360 gr

Data di Pubblicazione

2017

ISBN

9788864624631

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

, , ,

 

14 recensioni per E’ COSI’ DIFFICILE MORIRE?

  1. Chiara

    È il classico espediente dello scrittore senza ispirazione quello che muove le prime pagine di un thriller sanguinoso condotto fino all’ultimo respiro sul doppio registro dell’ironia e della storia nera. Cavazzuti si muove con sorprendente agilità fuori e dentro la sua storia, mettendo in scena un io narrante invadente e megalomane che si lascia man mano travolgere, insieme al lettore, da un racconto dagli incastri perfetti. Un vero omaggio al genere noir, ai suoi lettori e anche ai suoi scrittori, con un tocco intimistico che non basta a placare i brividi. E neanche ci tiene.

  2. Elena

    Sangue e cadaveri sono alternati all’ironia del narratore, la quale però non toglie i brividi di terrore che accompagnano in ogni istante gli eventi descritti.
    Come risultato ottiene una lettura appassionante e coinvolgente per gli amanti di questo genere come me.

  3. Giorgio Veronesi

    Con piacere vedo che Cavazzuti ha ripreso a scrivere!
    Ho letto tutti i suoi precedenti gialli e spero che questo nuovo non deluda le aspettative. Grazie.

  4. Andrea Sabelli

    Non vedo l’ora di buttarmi nella lettura. In libreria.

  5. Susanna Loria

    Ambientato a Fanano. Non ci posso credere… Vado ad acquistarlo, l’ho visto appunto già disponibile in alcune edicole.
    Grazie e speriamo che non deluda.

  6. Valeria Vuono

    Ho avuto il piacere di visitare la piccola libreria di ARTESTAMPA e di accedere a qualsiasi libro lì esposto.
    Guardandomi intorto la prima cosa che mi ha colpito è stato questo gioco di colori delle varie copertine dei vari libri lì esposti e non sapere appunto quale scegliere tra tutti.. insomma non è stato facile.
    A primo impatto mi ha incuriosito molto la copertina del libro “E’ COSI’ DIFFICILE MORIRE?”, forse attratta da quel rosso vivo o dal disegno in sè.. non saprei..
    Frabrizio Cavazzuti è l’autore di questo romanzo e devo dire che mi ha colpito molto il suo modo di scrivere, muovendosi con agilità sia dentro che fuori la sua storia inserendo anche un IO narrante che piano piano travolge il lettore da il racconto in sè.
    Ho grandi aspettative da questo libro e spero davvero di arrivare ad una conclusione della storia.

  7. Stefano

    L’inusuale incrocio tra orrore ed ironia (quasi comicità) mi ha subito spinto alla lettura. Si presenta come quasi una parodia del racconto horror, ma con una propria, unica personalità.

  8. Alessia

    L’inaspettata modalità di narrazione, fa sì che si alternino a momenti molto “thriller” anche toni più ironici. Una bellissima lettura, consigliato!

  9. Melissa cris

    Stupendo! Il narratore a voluto dare un titolo significativo, per far indurre la gente a leggerlo è a me è successo. Lo consiglio.

  10. Lydia

    Molto bello! Horror e scherzoso allo stesso tempo. Ve lo consiglio.

  11. Paolo

    Conoscendo lo scrittore un classico, un horror ben fatto ma allo stesso tempo anche molto leggero, bellissimo libro e consigliatissimo

  12. Carlotta

    Questo libro mi ispira davvero molto! una mia amica me ne ha parlato davvero molto bene e mi sa tanto che lo acquisterò. Non vedo l’ora di leggerlo.

  13. Vittoria

    Un horror coi fiocchi! complimenti all’autore.

  14. Matteo

    Un horror scherzoso e leggero, bellissimo!

Aggiungi una recensione

Galleria Fotografica

Galleria Video