10.00

Questa raccolta di poesie, che fa seguito a quella edita nel dicembre del 2001 (Sul margine dell’ombra, Edizioni Artestampa), nasce dal desiderio di pubblicare alcune liriche dedicate a mia madre e composte dopo la sua scomparsa avvenuta nel 1990. Per diversi motivi ho inserito La luna e quattro delle Trentasei poesie per gli Arcani Minori tratte dalla precedente raccolta, e la serie completa de I canti di Aedo, alcuni già pubblicati nel racconto Gli utopisti. Ho inoltre aggiunto una selezione di poesie d’occasione che, a partire dagli anni Sessanta, sono state scritte nell’arco di un trentennio. Il titolo che ho voluto dare, Dai luoghi della memoria, mi è parso adatto a sottolineare la comune origine delle sezioni in cui è divisa la raccolta: una specie di rituale cammino a ritroso nella mia esistenza per soddisfare misteriosi e struggenti richiami. […] Questa rielaborazione del “già scritto” non la ho mai considerata un intervento sacrilego perché, in fondo, la poesia non è che un sofisticato e intimistico modo di leggere e scrivere il passato, il presente e il divenire nel continuo mutamento della propria e dell’altrui esistenza. (Sandro Pipino)

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia