25.00

“Il sogno di una competizione di motori che rendesse celebre Modena nel mondo è durato solo due estati”, quelle del 1909 e 1910, due anni che hanno lasciato un segno indelebile nella storia delle quattro ruote, creando un mito che ha fatto sognare i campioni di ogni tempo. Dalla Crocetta al ponte di Navicello, ecco un rettilineo – lungo un miglio – per far correre i motori e la fantasia. “La breve favola del ‘Miglio’, che le cartoline di questo volume riportano alla memoria, è la storia di un tentativo forse troppo precoce: quello di inventare Modena città dell’automobile, della velocità, dei motori. Ci sarebbe riuscito meglio, un quindicennio più tardi, Enzo Ferrari, trionfando a bordo di un’Alfa Romeo sui viali del parco trasformati nel primo Circuito Città di Modena: 5 giugno 1927. Ma la mattina del 9 giugno del 1909 Enzo è un ragazzino di appena undici anni, in piedi sul bordo del rettifilo di Navicello […] E allora diremo che in fondo sì, è vero, Modena dei motori nacque proprio allora, nel 1909, e proprio lì, in un miglio di strada polverosa fra il ponte sul Panaro e i Torrazzi, nacque negli occhi chiari di un ragazzino abbacinato dal sole e dai riflessi delle cromature intraviste per un attimo fra le nuvole di polvere”. (Michele Smargiassi)

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia