Come i figli, anche i libri possono venire al mondo nelle circostanze meno accoglienti, ma una volta affacciati alla vita sono uguali a tutti gli altri. Questo racconto nasce in un’aula di tribunale, nel giorno in cui il suo autore, dopo una vita di duro e onesto lavoro, viene processato per bancarotta fraudolenta. In bilico tra disperazione e follia, sorretto solo dall’amore della famiglia, Danilo Bertani attraversa un corridoio buio che sembra non finire mai. Nelle notti insonni lo perseguitano le parole del suo avvocato: “lasci parlare me, lei non ha il controllo della parola”. È così che Danilo comincia a farsi delle domande su se stesso e decide di tornare a scuola: lì – sopra i banchi che da bambino gli avevano procurato solo umiliazioni – incontra le parole di don Lorenzo Milani. Si apre una nuova stagione, di alfabetizzazione e di riscatto. Prendono voce pensieri prima chiusi nel cuore, i ricordi si fanno strada con affetto dirompente, senza nostalgia.

 

Svuota
IL VECCHIO E IL FIUME – Le due vite di un pescatore nella valle del Lambrusco

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

21×15

Pagine

200

Peso

260 gr

Data di Pubblicazione

2012

ISBN

9788864621555

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

,

5 recensioni per IL VECCHIO E IL FIUME – Le due vite di un pescatore nella valle del Lambrusco

  1. Umberto

    Mi ha colpito il modo in cui l’autore, segnato da un processo, ha deciso di raccontare apertamente la ripresa del percorso scolastico interrotto in gioventù, con orgoglio e passione per lo studio della storia del suo territorio. Ripercorre anche i ricordi del giovane sé, sia per quanto concerne le esperienze famigliari che scolastiche.

  2. Carlo Alberto Parmiggiani

    … Il vecchio e il fiume è un uomo radicato come un olmo nella sua fertile e operosa terra modenese. Una terra che in Bertani è pure quella dei ricordi, degli affetti vecchi e nuovi, dei suoi lunghi pensamenti e riflessioni sul come e sul perché i luoghi in cui è nato e ancora vive, abbiano subito dei rapidi e forti cambiamenti che li hanno snaturati e che peraltro fanno il paio con quelli della gente che ci vive, lui per primo…

  3. Sandro Lagomarsini

    … Danilo ha preso coscienza di essere stato derubato di molte cose, oltre che dell’attività lavorativa e – memore di quel Maestro che dopo una festosa “merenda sull’erba” ha chiesto che “nulla andasse perduto” – ha dato spazio anche alle rane e al crescione, non ha dimenticato né la baracca dell’ombrellaio né il cavalcaferrovia della Sacca. Soprattutto, si è reso conto di quanto, negli anni, era stata derubata l’intera comunità e di questa consapevolezza ha fatto dono a tutti noi. Abbiamo così un libro ricco che, nel racconto autobiografico, fonde la storia, la scienza del territorio, la testimonianza civile. Sul piano dell’umanità e della cultura, la battaglia del vecchio pescatore contro i moderni pescecani è vinta. Sta al lettore fare tesoro di questa lezione per le impegnative battaglie di oggi. Sandro Lagomarsini

  4. Laura

    Molto bello, una storia di riscatto del protagonista che torna sui banchi di scuola per scongiurare ogni ingiustizia

  5. Alice

    Dopo un processo, l’autore torna nei banchi di scuola per far giustizia a se stesso e per allontanare ogni ingiustizia. Libro molto bello e significativo

Aggiungi una recensione

Galleria video