Con questa sua recente fatica, Silvio Gallio ci porta a sorvolare la vecchia Milano della metà Ottocento. E scopre una particolarità che ancora era sfuggita: le prime ferrovie, nate ai bordi della città, sono concentrate nel tempo e nello spazio. Concentrate nel tempo in quei 25-30 anni in cui si è passati dai campi e dalle cascine alle rotaie e alle stazioni; concentrate nello spazio perché tutte le ferrovie milanesi sono apparse o semplicemente proposte all’interno del quadrante Nord-Est, in una disposizione che correva lungo l’allora Circonvallazione.  Il viale delimitava la periferia della città e, con un arco, congiungeva Porta Tenaglia a Porta Venezia e a Porta Tosa. Solo i tempi più recenti hanno visto stazioni, scali e massicciate sorgere un po’ dovunque attorno alla città. Così, quel quarto di Milano e quel quarto di secolo sono stati determinanti per la crescita economica e relativo riscatto sociale non solo nel milanese o nella Lombardia. È stato quel quarto di città che ha visto aumentare le specializzazioni di operai che diventarono macchinisti, una professionalità estremamente ricercata e generatrice di riscatto sociale. È stato in quel quarto di città che si è creata la necessità di personale di accompagnamento dei treni, i capitreno, i conduttori, i frenatori. È stato in quel quarto di secolo che si sono espanse le possibilità di impiego per scrivani e amanuensi dedicati alla gestione di grandi quantità giornaliere di informazioni. Ed è stato perfino dove giovani ingegneri hanno potuto inserirsi nel mondo delle professionalità quando le occasioni di lavoro e di sviluppo erano in continuo aumento. Il quadrante Nord-Est di Milano diventa, così, il nucleo dell’eccezionale sviluppo della città che ha trascinato molto dell’economia italiana verso lo sviluppo. Questo libro racconta questa evoluzione e puntualizza gli avvenimenti che hanno portato alla nascita delle prime ferrovie milanesi. E non solo. Non rimane che aprire le pagine e correre su quelle rotaie. 

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia.

Marchio

Edizioni Artestampa

Formato

24×17

Pagine

180

Peso

430 gr

Data di Pubblicazione

2022

ISBN

9788864629599

Lingua

Italiano

scegli il formato che desideri acquistare ➨

AUTORE Ferrovie di Milano Milano Porta Tosa Strada Ferrata da Liverpool a Manchester Trapezio dei miei ricordi

Silvio Gallio

 

3 recensioni per FERROVIE DI MILANO – Il quadrante Nord-Est e le prime Strade Ferrate

  1. Martina

    In questo volume Gallio descrive la storia e l’evoluzione delle ferrovie di Milano in un resoconto storicamente e geograficamente inquadrato nei primi decenni dell’Ottocento nell’area Nord-Est di Milano. Questo percorso è suddiviso seguendo i vari progetti ferroviari che hanno contribuito allo sviluppo della città di Milano e dei territori circostanti, ed è possibile seguire il loro costruzione non solo tramite fotografie d’epoca, ma anche osservando piante e tavole dei progetti e leggendo estratti di documenti storici, il tutto inserito nei vari capitoli come accompagnamento alla lettura e ulteriore strumento didattico.

  2. Pino

    Ottimo libro che ripercorre la storia delle ferrovie milanesi, consigliato!

  3. Paolo

    Come sempre, l’amico Silvio ci spiega con lucide e precise argomentazioni, la storia e le caratteristiche di una Milano trasportistica scomparsa.

Aggiungi una recensione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…

-10%
-10%
-10%
-4%
-10%

TRENI E FERROVIE

ETR300 – Settebello

60.00 54.00
FERROVIE DI MILANO – Il quadrante Nord-Est e le prime Strade Ferrate
23.00 Select options