32.00 28.80

Dove sono finiti i vecchi artigiani, quelli che fanno gli abiti su misura, riparano gli orologi, fondono l’oro e l’argento, restaurano i quadri e i mobili di famiglia e rimettono a nuovo poltrone e sofà? Nel cuore di Modena i maestri artigiani lavorano nelle loro botteghe e difendono con orgoglio e passione un grande patrimonio culturale e umano. Accanto alla vecchia guardia, una nuova generazione di artisti si fa avanti portando innovazione, inventiva e tanta voglia di libertà: perché “imparare un mestiere” significa anche ritagliarsi uno spazio di espressione e veder realizzata la propria creatività. Cinque percorsi all’interno della città storica – dietro il Canalgrande, tra via Selmi e il Canalchiaro, tra rua Muro e la Pomposa, tra la Pomposa e l’antico Naviglio, intorno alla piazza Grande – suggeriscono un viaggio nei suggestivi laboratori divenuti moderne fucine di nuovi talenti: alle pareti strumenti di altri tempi, eredità di famiglia o dono di vecchi maestri; pezzi da museo che molto spesso hanno ancora qualcosa da insegnare e possono convivere benissimo con le più moderne e aggiornate tecnologie. Intervistati da Beppe Manni e ritratti da Luigi Ottani, 63 maestri artigiani modenesi si raccontano in questo volume fotografico che, dopo Botteghe Storiche, segna la seconda tappa della fortunata serie “Modenesi da non perdere”.

Spedizione gratuita per acquisti superiori a €40*
*valido solo per l'Italia